Come continuare a giocare a poker bene in quarantena

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Da quando è iniziata la quarantena per fare in modo di ridurre il contagio da Coronavirus, il poker online è tornato prepotentemente nelle case degli italiani. Ce ne siamo accorti al momento in cui le piattaforme hanno fatto registrare un aumento dei giocatori e dei montepremi. Ma sappiamo che nella maggior parte dei casi, il livello non è poi così alto, visto l’aumento dei cosiddetti “giocatori occasionali” che non sfoderano il cosiddetto A-game. Come si può, dunque, continuare a giocare a poker bene durante questa quarantena?

Andiamo a scoprirlo con questa guida in quattro passaggi, in cui proviamo a elencare qualche piccolo trucchetto per restare svegli, lucidi e soprattutto performanti.

Come giocare a poker bene in quarantena

1. Guarda video di poker

Sappiamo tutti che l’attività principale di chi resta a casa è quella di avere un PC aperto o uno smartphone in mano. Tra le cose che possiamo cercare ci sono anche alcuni tra i video di poker più popolari al mondo. Andare su Youtube e guardare all’opera i campioni nelle mani che hanno fatto la storia del gioco.

Posso essere anche degli ottimi spunti per continuare a giocare a poker seguendo i propri idoli. Ovviamente ci sono mani che hanno fatto la storia del poker e che difficilmente possono essere replicabili. Ma ovviamente può trattarsi anche di un semplice passatempo per rivivere momenti leggendari del nostro gioco preferito.

2. Leggi un libro di poker

Per migliorare la propria applicazione nel giocare a poker, leggere è sempre una soluzione positiva. D’altronde, anche quando non si può uscire di casa per fare la spesa (è sempre bene farla uscendo di casa uno per volta) i servizi di acquisti online sono sempre a nostra disposizione.

Approfittiamone per acquistare un bel libro, magari uno che ci dia una mano a migliorare la nostra strategia al tavolo. Sarà possibile vedere che leggere questi testi avrà un effetto positivo nel nostro modo di giocare a poker. E magari potremo sfruttare questa quarantena per tirare su qualche soldino.

3. Impara una nuova variante

Tornando al primo punto, sappiamo che la specialità di punta per chi si riversa sulle poker room in questi giorni, è il Texas Hold’em. Ma come abbiamo imparato in questi anni, sono infinite le varianti di poker. Anche nelle piattaforme online, ormai, c’è spazio praticamente per tutte.

Non solo il Pot Limit Omaha, che ormai sta diventando gioco praticamente alla portata di tutti. Possiamo provare le variani Hi/Lo, in particolare l’Omaha. Ma anche il Razz, lo Stud e un giochino che ha fatto salire sul tetto del mondo il nostro Max Pescatori: prova con il Seven Card Stud.

4. Gioca gli home game

Dopo aver studiato o per meglio dire ripassato, bisogna come sempre passare all’atto pratico. E per capire se siamo ancora in grado di giocare a poker bene, possiamo organizzare degli home game, ognuno da casa propria. Meglio sottolinearlo, visto che nella loro accezione originaria gli home games sono le partite a casa.

PokerStars, ad esempio, consente ai propri utenti di radunarsi in uno o più tavoli per giocare online. Con soldi veri o con soldi finti, organizzando partite da zero oppure aggregandosi a un home game già creato. Il tutto dietro la registrazione via password et voilà, il gioco è fatto!

Share.

About Author

Leave A Reply