WSOP 2019 – Terzetto azzurro al Main Event, Bognanni ci riprova al Little One for One Drop

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LAS VEGAS (PKF News) – Al Main Event delle WSOP 2019 troviamo Antonio Buonanno, Raffaele Sorrentino e Silvio Crisari qualificati al Day 3. Titoli per Joao Vieira, Susan Faber e Juha Helppi.


Event #73 – $10,000 No-Limit Hold’em MAIN EVENT – World Championship

Si continua a viaggiare con un’ottima andatura nel Main Event che assegnerà il braccialetto più prestigioso tra quelli messi in palio in questa edizione delle WSOP.

Dopo che 8.225 giocatori si sono seduti nei precedenti flight di qualificazione, ha preso il via il Day 2AB che ha visto ancora 1.087 superstiti che potranno dare la caccia al braccialetto.

Timothy Su mantiene una posizione di rilievo, attestandosi in cima al chipcount con 791.000 chip. Alle sue spalle troviamo il francese Tony Blanchandin con 744.500 gettoni, mentre il tedesco Anton Morgenstern è terzo con 735.000 chip.

Nelle posizioni alte del count troviamo Andre Akkari, Jeff Lisandro e il runner up del Main Event WSOP 2016 Gordon Vayo, così come Shaun Deeb nei primi 100.

Antonio Buonanno è il migliore tra gli italiani, con 308.400 chip. Raffaele Sorrentino è anch’egli in corsa, anche se con uno stack boccheggiante così come Silvio Crisari.

Antonio Buonanno

Event #70 – $5,000 No-Limit Hold’em 6-Handed

Joao Vieira riesce a mettere in fila un field mica da ridere, portando a casa il braccialetto nell’evento 70, uno dei più tecnici tra quelli che chiudono il calendario WSOP.

Il giocatore portoghese intasca anche 758.011 dollari dopo essersi imposto in heads up su Joe Cada, il quale ha provato fino all’ultimo, ma senza successo, a scalzare Vieira.

Terza posizione per il britannico Jamie O’Connor, solo quinto Olivier Busquet.

Event #71 – SALUTE TO WARRIORS – $500 No-Limit Hold’em

È una donna la vera guerriera di queste WSOP 2019! Susan Faber riesce ad avere la meglio nell’evento 71, mettendo in fila una bella schiera di avversari.

La giocatrice di Mint Hill nel North Carolina porta a casa braccialetto e 121.161 dollari dopo aver superato nell’heads up decisivo il connazionale Robin Stark.

Terzo posto per un altro americano, Dean Yoon.

Event #72 – $10,000 Limit Hold’em Championship

Il trionfo del vecchio vichingo! Dopo un lungo inseguimento, Juha Helppi riesce finalmente a portare a casa, grazie all’evento 72, il primo braccialetto WSOP in carriera.

Il giocatore finlandese si intasca anche 306.622 dollari, superando nel testa a testa finale l’americano Mike Lancaster, sorpassato proprio in volata da Helppi.

Al terzo posto troviamo Tommy Hang, mentre la corsa di Josh Arieh si chiude al sesto posto.

Event #74 – $3,200 WSOP.com ONLINE No-Limit Hold’em High Roller

L’ultimo grande evento online che si è giocato sulla piattaforma delle WSOP è l’High Roller da 3.200 dollari, che ha visto la partecipazione di 593 giocatori.

Superato e non di poco il milione di dollari di montepremi, con Brandon Adams che riesce a trionfare e a portare a casa braccialetto e oltre 411mila dollari.

Nabil Mohamed Abdien si arrende in seconda posizione, il podio lo chiude Vladimir Alexandrov.

Event #75 – $1000 +$111 Little One for One Drop

Il calendario delle WSOP 2019 si chiude con l’evento benefico che consentirà di giocarsi un braccialetto ambito ma anche di donare alla fondazione creata da Guy Lalibertè.

Day 1A che ha visto la partecipazione di 702 giocatori, tra cui spiccano i 240 che hanno ottenuto per primi il pass per il Day 2.

Comanda il francese Leandry Ainonkpo davanti a Mark Eddleman e Schahin Ghiai. Marco Bognanni e Fiodor Martino gli italiani già qualificati.

Fiodor Martino

Consulta il MEDAGLIERE AZZURRO alle WSOP 2019 per scoprire chi è stato l’italiano più bravo in quel di Las Vegas!

Share.

About Author

Leave A Reply