Phil Galfond Challenge: JNandez è il secondo avversario

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Abbiamo parlato già ieri della Phil Galfond Challenge, che animerà i primi giorni del nuovo anno. A imbastirla ci ha pensato il fortissimo giocatore americano, particolarmente in vena di novità per rendere più frizzante l’inizio del 2020 per sè e per gli appassionati.

Galfond ha deciso di far partire una serie di sfide con alcuni giocatori che si sono candidati volontariamente. Già nella giornata di ieri abbiamo introdotto quello che sarà il primo duello in programma. Di fronte all’americano ci sarà il ricco gambler Bill Perkins che dunque aprirà le danze.

Nelle scorse ore, però, è arrivata la conferma anche della disputa del secondo testa a testa. Ad accettare l’invito di Galfond è stato uno dei giocatori più performanti nel poker online, ovvero Fernando Habegger. E se il suo nome di battesimo non vi dice nulla, il suo nickname JNandez sarà senz’altro più esplicativo.

Phil Galfond Chellenge: la seconda sfida

Le condizioni di gioco saranno più o meno le stesse fissate per il duello contro Perkins. Si giocheranno non più di 50mila mani di Pot Limit Omaha prima di decretare il vincitore. E anche in questo caso i livelli dell’heads up saranno da 100/200 dollari mano dopo mano.

A cambiare, leggermente ma non troppo, è la quantità di denaro messa sul tavolo dai giocatori. L’avversario di Galfond, che sia Perkins oppure JNandez, metterà sempre al centro 200mila dollari. A differenza del primo heads up, Phil questa volta metterà un milione e non 800mila dollari.

Una differenza che è stata approvata dallo stesso giocatore, di comune accordo con il suo avversario. Resterà valida anche la soglia, che si attiverà nel caso in cui arrivasse il ko prima della disputa della 50.000esima mano. Chi perderà dovrà mettere sul piatto altri 400mila dollari di “penale”.

Tuttavia, c’è da dire che una clausola della Phil Galfond Challenge va in favore del suo creatore. E non potrebbe essere altrimenti, direte voi. Per ogni heads up che Phil riuscirà a portare a casa, ci sarà un assegno da 200mila dollari pronto ad attenderlo per essere incassato.

Tra le altre cose, questo heads up sarà anche un vero e proprio derby tra poker coach. Sia Galfond che Habegger, infatti, hanno avviato questa attività che gli consente di svelare trucchi e segreti ai propri “allievi”. Segreti che potranno sfoderare al tavolo per questo testa a testa molto atteso.

I prossimi duelli

Dunque sono stati resi noti i primi due protagonisti della Phil Galfond Challenge. L’attesa e la curiosità sono ora tutti rivolti a scoprire chi saranno i prossimi avversari dell’americano. Lo stesso creatore della Challenge non ha voluto svelare nulla, lasciando intendere che è tutto pronto per nuovi heads up da programmare…

Share.

About Author

Leave A Reply