Inizia il 2020 di Mustapha Kanit: scalda i motori a Nottingham

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Ci si aspetta un 2020 a dir poco pirotecnico da parte di Mustapha Kanit. Il giocatore emiliano ha vissuto lo scorso anno un po’ in sordina, a differenza del suo grande amico Dario Sammartino. E allora eccolo in azione in questi primi giorni del nuovo anno.

Aspettavamo Musta schierato tra i protagonisti dell’Aussie Millions, in corso di svolgimento a Melbourne. Tuttavia, l’azzurro ha deciso di ripartire dal Vecchio Continente, per la precisione dal Regno Unito. In particolare, Kanit è sceso in campo per la nuova edizione dell’UK Million.

L’evento è stato organizzato da Partypoker e si sta giocando al Dusk Till Dawn di Nottingham. Qui è in corso il Main Event da 10.300 sterline di buy-in, con 170 che hanno giocato il Day 1A. Tra questi sono stati in 87 a superare il primo taglio che porta al Day 2.

Mustapha Kanit passa il taglio

Ancora in piedi il nostro Mustacchione, il cui stack non è però così grande quanto servirebbe. Poco più di mezzo milione di chip, per la precisione 515.000 gettoni, a disposizione di Mustapha Kanit. Non è cortissimo l’azzurro, ma il distacco dai primi è ampio.

In particolare dal chipleader, ovvero Philipp Zukernik, il quale ha messo nella busta oltre 5 milioni di chip. In seconda posizione troviamo Anton Suarez, che ripartirà nel Day 2 con 5.525.000 pezzi. Terza posizione per Maurizio Pais, il quale avrà a disposizione 5.510.000 chip.

In top ten troviamo un pezzo da novanta del calibro di Marvin Rettenmaier, sesto a quota 3.805.000 chip. Ma Mustapha Kanit non è l’unico italiano in corsa nel Main Event dell’UK Million. Troviamo tra gli 87 superstiti dopo la fine del Day 1A, anche Marco Di Persio e Ivan Gabrieli.

In particolare Di Persio è in ottima forma, a giudicare dai tre milioni di chip messi in busta. Un po’ più corto, invece, Gabrieli che comunque ripartirà domani nel Day 2 con 1.630.000 chip. Dunque un terzetto italiano a caccia del Main Event.

Intanto oggi si giocherà il Day 1B in quel di Nottingham. Vedremo se l’Italia del poker sarà ulteriormente ben rappresentata.

Share.

About Author

Leave A Reply