Luigi D’Alterio sfiora l’impresa: secondo all’EPT National High Roller

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

L’Italia del poker live continua a ottenere risultati importanti negli eventi di punta. E questa volta il merito è Luigi D’Alterio, il quale è andato a un passo da un colpo davvero grosso. Il player azzurro si è infatti piazzato al secondo posto nell’EPT National High Roller di Praga.

Un risultato importante per il giocatore, uno dei migliori interpreti del poker online italiano. Con il suo nickname “Il-Giuglia”, infatti, Luigi ha messo a segno una serie di colpi di spessore. E ora può finalmente godersi un grande piazzamento anche in un evento dal vivo.

Peccato che il francese Alexandre Reard si sia messo in mezzo tra l’azzurro e la prima picca in carriera. In ogni caso, Luigi D’Alterio riesce finalmente a ottenere un acuto nel poker live. Basti dire che il suo miglior risultato fino a ieri era stato ottenuto a Nova Gorica tre anni fa, per una moneta da 21.000 euro.

Luigi D’Alterio a un passo dalla picca

Tornando all’EPT National High Roller, bisogna sottolineare che si è trattato di un torneo estenuante. Quasi mille le presenze, visto che è stato fatto segnare un dato da ben 970 entries. Il tutto per un montepremi che ha raggiunto la sempre significativa quota dei due milioni di euro.

D’Alterio ha giocato un ottimo poker soprattutto nelle ultime fasi, una volta giunto al Final Day. E non appena sono rimasti otto i giocatori in corsa, il Final Table per lui è diventato realtà. Da lì in poi, libero da pressioni, l’azzurro ha messo in atto un poker propositivo e incisivo.

Fino a giungere al testa a testa finale contro il francese Reard, che partiva con un netto vantaggio in termini di chip. Luigi non contava su uno stack particolarmente imponente, ma ha cercato mano dopo mano di rosicchiare tante chip per cercare quantomeno di riequilibrare la situazione.

La rimonta con annesso miracolo non è riuscita, anche per via di una mano non facile da gestire. Sul flop 9-7-4 era quasi inevitabile il push di Luigi D’Alterio con 10-7 di picche. Dall’altra parte, però, Reard si presentava con un 10-9 che non poteva non portare al call con top pair.

Purtroppo, una volta allo showdown, non avveniva il colpaccio per il nostro giocatore. Anche perchè un Due al turn e un Asso al river chiudevano i giochi in favore del transalpino. In ogni caso, Luigi poteva godersi una seconda moneta da 207.840 euro che sicuramente lo avrà fatto sorridere.

Share.

About Author

Leave A Reply