ISOP Championship 2019-2020 25-28 Settembre – Claudio Afonso Algarvid alla guida del Main Event, Max Forti vince l’Omaha Main

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

NOVA GORICA (PKF News) – Dopo 6 mesi di stop, finalmente riprende il Campionato ISOP 2019-2020, con il Day 1A e l’Omaha Main già disputati al Perla Resort & Entertainment di Nova Gorica.

ISOP Championship Day 1A

Il Campionato è ripartito nel pieno rispetto delle normative sanitarie sia italiane che slovene, ma ciò non ha ostacolato affatto l’affluenza ai tavoli. Già dal Satellite, che giocato di giovedì sera e senza ticket garantiti ha chiamato a raccolta 88 entries, si vedevano i presupposti per una grande tappa. E così il Day 1A del Main Event rompe i record di stagione, con 91 entries di cui 41 a portare le buste al Day 2.

Tra i protagonisti del Day 1A possiamo citare Pietro Bolzanello, Aldo Valletta, Alessandro Scermino, Antonino Calabrò, Davide Cojaniz, che purtroppo non hanno avuto fortuna nella loro prima chance, uscendo prima della fine del Day.

È andata molto meglio invece a Monica Poggi, Maurizio Migliorini, Romano Ravaioli e Nevis Alvisi a rappresentare il team Golden Boys, e ancora Giancarlo Imperati, il vincitore dell’ultima tappa di febbraio Marco Iodice, e Gianluca Marcucci che chiude addirittura in seconda posizione nel count.

Il titolo di chipleader però va a Claudio Afonso Algarvid, che con 231.300 su average 89k, si porta al Day 2 uno stack per ripartire sicuramente dalle prime posizioni.

I prossimi appuntamenti con il Main Event sono domani alle 12:00 e alle 19:00 per i Day 1B e 1C, mentre i protagonisti di questa serata di giochi li rivedremo domenica alle 13:00 per il Day 2.

1° – Afonso Algarvid Claudio – 231300
2° – Marcucci Gianluca – 220000
3° – Tahayassine Yassine – 178500
4° – Perin Alessandro – 150900
5° – Prošek Marko – 148300
6° – Russo Germano – 143600
7° – Basanisi Nicola – 129100
8° – Martini Gianmarco – 126000
9° – Kleindienst Andreas – 124800
10° – Bianconi Leandro – 122000
11° – Marinkovic Zoran – 121500
12° – Acampora Lorenzo – 119600
13° – Schiralli Massimo – 112200
14° – Campedelli Alessandro – 107000
15° – Ravaioli Romano – 101900
16° – Menconi Matteo – 97000
17° – Bojović Luka – 95000
18° – Gasparotto Manlio – 90400
19° – Rosulnik Roman – 87000
20° – Foti Giovanni – 86200
21° – Lorenzini Floriano – 85100
22° – Pagliaro Alfredo – 81500
23° – Buzzi Thomas – 74700
24° – Hašimović Dževad – 71600
25° – Scampone Benedetto – 70600
26° – Basso Marcello – 69300
27° – King Andrew Patrick – 63700
28° – Iaconcig Alex – 63200
29° – Starace Massimiliano – 62500
30° – Alvisi Nevis – 62500
31° – Nastran Gregor – 59200
32° – Imperati Giancarlo – 55500
33° – Bembo Giorgio – 48900
34° – Iodice Marco – 40000
35° – Scharfegger Werner – 38400
36° – Zagorc Žiga – 35400
37° – Pasqualoni Stefania – 28100
38° – Caden Mauro – 23300
39° – Chiariello Vincent – 20700
40° – Germani Daniel – 20000
41° – Poggi Monica – 17800

Main Event OMAHA

L’Omaha Main si conferma ancora una volta uno dei tornei più apprezzati dai variantisti: 46 le entries complessive, con un field che comprende i “soliti” appassionati delle 4 carte: Rok Markovic, Thomas Santinello, Alessio Pillon, Matteo Crapanzano e Roberto Scarpa per citarne alcuni, che purtroppo non hanno raggiunto il Final Table.

Anche al tavolo finale però non mancano gli affezionati al circuito: Claudio Di Giacomo, Dario De Toffoli, Max Forti e Roberto Dossi, si sono incontrati all’ultimo tavolo per dare la caccia al primo premio.

Grande protagonista sin dal principio del torneo è stato Fabio Bognier che si è trovato in vetta al count già alla prima pausa di giornata. Il suo torneo però si è fermato in piena bolla con l’eliminazione al sesto posto.

Dopo un agguerritissimo tavolo finale, che lo ha visto protagonista fin dalle prime battute, è invece stato Max Forti a conquistare il trofeo dell’Omaha Main superando Roberto Dossi, al secondo posto, e Miha Medja al terzo.

Classifica finale:
1. Massimiliano Forti
2. Roberto Dossi
3. Miha Medja
4. Fernando Pantaleone Pacicca
5. Dario De Toffoli

Share.

About Author

Leave A Reply