WSOP 2019 – Heads Up Championship a Sean Swingruber, braccialetti per Baron, Figueredo e Apter

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LAS VEGAS (PKF News) – Alle WSOP 2019 sono stati assegnati nella notte quattro braccialetti. Murilo Figueredo porta a casa il titolo nell’evento 14. A segno Sean Swingruber nell’evento Heads Up, Isaac Baron nel No-Limit Hold’em 6-Handed e Brett Apter nell’evento in modalità Shootout. Prosegue la corsa nel Millionaire Maker.


Event #14 – $1,500 HORSE

Ve lo avevamo detto ieri, c’è un heads up da giocare per contendersi il braccialetto nell’evento per variantisti per eccellenza. E alla fine, il trionfo è stato tutto per Murilo Figueredo.

Il giocatore brasiliano, che finora non era mai riuscito a ottenere piazzamenti alle WSOP, porta a casa il titolo dopo aver superato in heads up Jason Stockfish. Per Figueredo, oltre al braccialetto, anche una moneta da poco più di 207mila dollari.

murilo-figueredo

Event #15 – $10,000 Heads-Up No-Limit Hold’em

Alla fine è Sean Swingruber il re dei testa a testa per l’edizione 2019 delle WSOP. Il giocatore proveniente da Venice in California porta a casa il titolo negli heads up, il braccialetto e la prima moneta da poco più di 186mila dollari.

A capitolare nel duello decisivo è stato Ben Yu, giunto al suo secondo Final Table nel 2019 e a un passo dal quarto braccialetto in carriera. Superati in semifinale rispettivamente Cord Garcia e Keith Lehr.

Event #16 – $1,500 No-Limit Hold’em 6-Handed

Dopo una lunga rincorsa, alla fine Isaac Baron. Il giocatore americano, che da dieci anni prende parte alla WSOP andando a premio in 27 occasioni, porta a casa il primo braccialetto in carriera nell’evento in modalità 6-Handed.

Assegno da oltre 407mila dollari per Baron, il quale ha sconfitto in heads up il giocatore di Singapore Ong Dingxiang, con l’ultima mano in cui gli assi hanno sorriso all’americano.

isaac-baron

#Event 17 – $1,500 No-Limit Hold’em Shootout

Nell’evento in modalità Shootout si assiste al trionfo di Brett Apter. Il giocatore mativo di Arlington in Virginia porta a casa il braccialetto e la prima moneta da quasi 239mila dollari.

Nell’evento che ha visto la partecipazione di 917 giocatori, a piazzarsi in seconda posizione è stato il russo Anatolii Zyrin, mentre Tommy Nguyen ha chiuso al terzo posto. Solo sesta posizione per Cary Katz.

brett-apter

Event #18 – $10,000 Omaha Hi-Lo 8 or Better

Final Table in arrivo per i protagonisti di una delle varianti più divertenti dell’Omaha. Sei giocatori ancora a caccia del braccialetto, con Robert Mizrachi in testa al plotone di inseguimento.

Il fratello del “Grinder” Michael guida il chipcount con quasi il doppio delle chip rispetto a Nick Guagenti, che lo segue in seconda posizione. In corsa anche Owais Ahmed, Frankie O’Dell, Jake Schwartz e l’australiano Robert Campbell.

Event #19 – Millionaire Maker – $1,500 No-Limit Hold’em

Si è giocato nella notte il Day 1B del lungo evento, che nella giornata di ieri ha visto la qualificazione al Day 2 di ben 968 giocatori, ai quali se ne sono appena aggiunti altri 1.295.

In testa al chipcount di giornata troviamo Noah Schwartz con 1.100.000 chip davanti a Erasmus Morfe e Timothy Burden. Giocatori di spessore nelle prime posizioni della classifica, come Kevin MacPhee e JC Tran.

Tra gli italiani, ancora in corsa Mario Perati, Virgilio Di Cicco, Raffaele “raffibiza” Sorrentino, Gianluca Speranza, Michele Guerrini e Vito Geruzzi.

Virgilio Di Cicco

 

Event #20 – $1,500 Seven-Card Stud

Sono ancora dieci i giocatori in cosa per il titolo nell’evento Seven Card Stud, tra i quali spicca un Anthony Zinno in forma smagliante. L’americano, abituè soprattutto del circuito WPT, guida il chipcount in vista del tavolo finale.

Alle sue spalle troviamo Joshua Mountain e Valentin Vornicu, ma attenzione anche a Eli Elezra e Scott Seiver, ancora in corsa per portare a casa il braccialetto. Niente da fare per Max Pescatori, uscito di scena appena prima della zona ITM.

Event #21 – $10,000 No-Limit 2-7 Lowball Draw

Nell’evento Championship per gli appassionati del 2-7 Lowball Draw in modalità No Limit, troviamo la presenza di 83 giocatori. La creme de la creme tra gli esperti delle varianti.

Al termine del Day 1 solo in 29 hanno mantenuto uno stack davanti a sè. In testa troviamo Pedro Bromfman, il quale comanda con 470.000 chip davanti a Majid Yahyaei e Dan Zack.

Niente da fare per Dario Sammartino, il quale è stato eliminato al 44° posto.

Dario Sammartino

 

Consulta il MEDAGLIERE AZZURRO alle WSOP 2019 per scoprire chi è stato l’italiano più bravo in quel di Las Vegas!

Share.

About Author

Leave A Reply