WSOP 2018 – Palumbo e Buonocore fuori dal Main, azzurri on fire al Little One for One Drop!

/ 124

LAS VEGAS (PKF News) – Sono 109 i giocatori rimasti in pista dopo un Day 5 nel quale è successo di tutto, dalla perdita degli ultimi alfieri italiani, ad un blackout che ha causato non poche difficoltà nel gioco. 


Event #65: $10,000 No-Limit Hold’em MAIN EVENT – World Championship

Erano 310 i giocatori che ripartivano al Day 5 di questo Main Event WSOP, e tra questi c’erano due giocatori azzurri, Rocco “RoccoGe” Palumbo e Andrea Buonocore.

Purtroppo nessun tricolore farà capolino nella top 100 di questo Main Event 2018. Andrewbull saluta i compagni in 245a posizione per $42.980 mentre RoccoGe riesce in un primo momento a portarsi sopra average con 2.300.000 chips, ma la pressione dei bui, del tavolo, e qualche colpo andato storto lo portano all’uscita al 158° posto per $57.010.

Qualche ora dopo, poco prima della chiusura delle buste, un forte temporale ricopre Las Vegas, e le luci del Rio scompaiono a causa di un black out. Il deserto del Nevada non è proprio un luogo piovoso, e la situazione ha creato un po’ di difficoltà (non è stato raro trovare addirittura posti dove piovesse all’interno del casinò!).

Comunque nessun disguido eccessivo, ed i 109 giocatori con un po’ di anticipo rispetto al programma hanno sigillato i loro stack nelle buste, pronti per la sesta emozionante giornata di giochi. Michael Dyer è il primo della classe con 12,180,000, seguito dal pro Brian Yobon, già vincitore di tre braccialetti in carriera. Ancora dentro Benjamin Pollack, Ivan Luca, Joe Cada, Shaun Deeb, mentre in giornata perdiamo Antonio Esfandiari, Paul Volpe, Chino Reem, Chris Moorman e molti altri pro di fama internazionale.

Event #68: The Little One for One Drop – $1,000 +111 No-Limit Hold’em

2.517 entries al Day 1C del fratello minore del One Drop, che in questo flight porta altri 549 players alla seconda giornata.

Qui decisamente una giornata sfavillante per gli italiani, che trovano Donis Agnelli al comando del chipcount al Day 2 con 168.800 gettoni, e passano il turno anche Thomas Olivieri (116.300), Raffaele Tagliaferri (49.000), Andrea Tropea (42.600), Antonio Asaro (18.400), Walter Treccarichi (15.700) e Salvatore Pugliese (8.600).

 

Event #69: $3,000 Pot-Limit Omaha 6-Handed

Dei 202 che hanno varcato le porte del Rio per giocare il Day 2 dell’evento 69, ne rimangono solo 24 che potranno riprendere posizione domani.

Scott Bohlman sarà il giocatore da tenere d’occhio, non solo per il rush non indifferente in queste WSOP, ma soprattutto per lo stack di 1.574.000 guadagnato nel corso di questi livelli.

Al Day 3 ritroveremo anche Phil Galfond, mentre nulla da fare per Daniel Negreanu, Anthony Zinno, Dominik Nitsche, e nemmeno per l’ultimo alfiere azzurro, Pasquale Vinci, uscito appena dopo lo scoppio della bolla per $4.487.

Event #70: $3,000 Limit Hold’em 6-Handed

221 entries nell’evento #70 Limit Hold’em 6-Handed da $3.000, ma sono 69 quelli che passano il primo round. Benny Glaser con i suoi 106.200 ripartirà sulla cima del chipcount, più vicino a quella prima moneta da $154.338.

Accedono al Day 2 anche Rep Porter (90,700),Barry Greenstein (51,700), Adam Owen (46,600), e Mike Matusow (11,900), mentre abbandonano prematuramente giocatori come Jonathan Duhamel, Joe McKeehen e Phil Hellmuth.

Lascia un commento

Related Posts