WSOP 2018 – 1.182 al Day 4 del Main Event, Alessandro Borsa in top 100 del count!

/ 115

LAS VEGAS (PKF News) – Il sole si nasconde un’altra volta dietro l’incredibile skyline di Las Vegas, e le World Series Of Poker si avvicinano un giorno in più al loro punto più emozionante. Il Main Event va al Day 4 portando con sé 10 italiani, di cui Alessandro Borsa in top 100 e Federico Butteroni con cinque BB. Eventi #66 e #67 al Final Table e cominciato il Little One for One Drop.


Event #65: $10,000 No-Limit Hold’em MAIN EVENT – World Championship

La terza giornata di giochi dell’evento più importante dell’anno si chiude dopo lo scoppio di una bolla, abbastanza breve di per sé, ma allungata da due fuori programma. A 20 left dall’ITM infatti l’organizzazione ha organizzato una pausa di 20 minuti per verificare il  numero di giocatori ai tavoli, e anche quando ne mancava solo uno, in bolla piena, c’è stata un’altra pausa per il chip up.

È poco prima della bolla che il poker azzurro perde Giuliano Bendinelli. Nel corso della giornata il numero di italiani è sceso da 30 a 10 che staccano il pass per il Day 4. Tra questi è Alessandro Borsa il migliore, con 777.000 quando l’average segna 333.080. Bene anche Dario Delpiano, Walter Treccarichi, Fabrizio D’Agostino e Rocco Palumbo, tutti sopra average.

Passa anche Mustapha Kanit, protagonista di una paziente e ottima rimonta, che lo ha portato da short a sfiorare l’average con 298.000. Completano il plotone azzurro Marco Iodice, Andrea Rocci, Andrea Buonocore e un cortissimo Federico Butteroni con sole 30.000 mentre i blinds sono 3.000/6.000 ante 1.000.

Sul top del count In Sun Geoum con 1.696.000 chips. Chiudono molto bene anche Paul Volpe e Chris Moorman, con quasi un milione di gettoni, mentre Phil Ivey ne imbusta 827.000. Tra i volti noti passano anche Jonathan Duhamel, Joe Cada e Johnny Chan, oltre a Davidi Kitai, Patrick Antonius, Antonio Esfandiari e Liv Boeree.

Event #66: $1,500 No-Limit Hold’em

Ci sono voluti sei livelli per portare il numero di giocatori da 26 ai 6 finalisti che tra poche ore daranno la caccia alla prima moneta da $323.472. Al comando troviamo Longsheng Tan con oltre tre milioni di chips.

Appuntamento quindi al Final Day per questi sei rounders rimasti:

Event #67: $1,500 Pot-Limit Omaha Bounty

Nel Pot Limit Omaha Bounty si va al Day 3 con 10 giocatori in corsa. Matt O’Donnell con 985.000 chips è il chipleader del torneo, e rischia di vincere il secondo braccialetto in carriera dopo un NLHE nel 2015.

Event #68: The Little One for One Drop – $1,000 +111 No-Limit Hold’em

Nel frattempo comincia, con il Day 1A, un altro degli eventi di punta di queste WSOP, il Little One for One Drop, dove i $111 aggiunti vanno interamente in beneficenza all’associazione One Drop.

947 giocatori rispondono al richiamo, generando un montepremi da oltre $850.000 (e mancano ancora due flight!). Alberto Rodriguez è il chipleader attuale con 131.900 gettoni, e accedono al Day 2 anche nomi del calibro di Phil Laak, Calvin Anderson, Sorel Mizzi e Dominik Nitsche. Tra i 194 rimasti, anche uno dei portacolori azzurri, Alessandro Siena.

Lascia un commento

Related Posts