ISOP CHAMPIONSHIP 2017-2018 EV.5 – Giuseppe Ronzini comanda nel Main Event, Braccini vince l’Omaha Light

/ 494

NOVA GORICA (PKF News) – Abbiamo vissuto un sabato davvero emozionante al casinò Perla. Il ricchissimo programma giornaliero targato ISOP prevedeva infatti un doppio Day 1 del Main Event e non solo. Sono stati assegnati anche i trofei dell’Omaha Light e del Super KO 8-Max, vinti rispettivamente da Carlo Braccini e Luka Pegam. Andiamo ad analizzare il tutto nel dettaglio…

MAIN EVENT – DAY 1B

Il secondo Day 1 del Main Event ha fatto segnare 171 entries sul tabellone. Dopo dieci livelli di gioco sono stati 78 i giocatori sopravvissuti fino al fatidico momento delle buste. Giuseppe Ronzini ha imbustato nettamente più di tutti: 250.200 chips. Si è comportato benissimo però anche Giorgio Silvestrin, capace di chiudere con 212.600 pezzi. Silvestrin è in piena lotta per diventare Campione d’Inverno della stagione ISOP Championship!

Chipcount Day 2 in fondo all’articolo.

MAIN EVENT – DAY 1C

Il terzo e ultimo flight del Main Event ha totalizzato 96 entries e così possiamo dire che il triplice Day 1 del Main in tutto ha fatto registrare 349 iscrizioni. Nel finale Luca Renzi ha fatto un doppio out con colore nuts ed è balzato in testa al count del Day 1C con 237.800 chips. Si è comportato benissimo anche Paolo Fantini che ha imbustato 234.300 di stack.

Chipcount Day 2 in fondo all’articolo.

OMAHA LIGHT

Il secondo e ultimo torneo dedicato all’Omaha di questo weekend ha totalizzato 29 entries e premiato cinque giocatori. Ovviamente c’erano tutti gli uomini della classifica a darsi battaglia con quattro carte in mano. Alla fine a spuntarla è stato proprio uno di loro: lo specialista Carlo Braccini ha regolato Stefano Lagorio in heads up floppando un set di 3 decisivo. Completa il podio Eugenio Landi.

1° – Carlo Braccini
2° – Stefano Lagorio
3° – Eugenio Landi
4° – Francescco Diego
5° – Enrico Barbetti

SUPER KO 8-MAX

L’ultimo torneo del sabato è iniziato alle 21:00 e ha fatto segnare 61 entries. Tra loro sei giocatori sono andati a premio. Alle 5:30 del mattino Luka Pegam è riuscito a mettere le mani sul trofeo collezionando anche qualche bella taglia. Peccato per il runner-up Francesco Patuzzi che aveva vinto lo stesso torneo a dicembre e sperava di centrare il clamoroso bis. L’ultimo colpo dell’heads up è stato un flip che non ha premiato l’italiano: 10-10 ha tenuto contro J-Q su un board 3-9-3-4-4.

1° – Luka Pegam
2° – Francesco Patuzzi
3° – Nicola Oliviero
4° – Roberto Scarpa
5° – Fabio Zanetti
6° – Ales Koder

IL CHIPCOUNT DEL MAIN

Alle ore 14:00 tutti i 150 superstiti del triplice Day 1 torneranno in poker room per il Day 2. Nel chipcount di inizio giornata troveremo molti nomi familiari al circuito, come l’ottimo Silvestrin, quarto nel count complessivo, Andrea Sorrentino (14°), Mitja Rudolf (27°), Claudio Di Giacomo (28°) e Alessandro Minasi (55°).

In testa al count generale c’è Giuseppe Ronzini (leader del Day 1B). Solo 35 tra i 150 left andranno a premio. La prima moneta vale la bellezza di 23.500 euro più un ticket per i Campionati Italiani di maggio.

1° – Ronzino Giuseppe 250200
2° – Renzi Luca 237800
3° – Fantini Paolo 234300
4° – Silvestrin Giorgio 212700
5° – Maccatrozzo Luca 210700
6° – Lorello Salvatore 207800
7° – Favaretto Martino 200000
8° – Kopinšek Borut 195200
9° – Musci Rosa 189800
10° – Bragato Alan 175800
11° – Hadžić Redžo 175300
12° – Sorrentino Andrea 173300
13° – Mansutti Jonni 166800
14° – Bursuc Dragos Costin 165100
15° – Schileo Mauro 162500
16° – Rizzi Massimo 162300
17° – Olteanu Aurel 161800
18° – Spinozzi Andrea 157700
19° – Pavlićević Nenad 157600
20° – Zago Michele 157000
21° – Sgorlon Laura 153900
22° – Franchi Franco 151600
23° – Bardoni Fabrizio 151600
24° – Verdisco Gianfranco 150900
25° – Ravaioli Romano 149800
26° – Fanucci Marco 148500
27° – Rudolf Mitja 147600
28° – Di Giacomo Claudio 144200
29° – Ugolini Michele 141500
30° – Pacicca Fernando Pantalone 139900
31° – Romeo Saverio 136400
32° – Nicchetto Mattia 136100
33° – Valletta Cataldo 135000
34° – Ruggeri Marialaura 133600
35° – Coltis Adrian Valerian 133200
36° – Palao Modena Italo Martin 129800
37° – Campodall Orto Mattia 129200
38° – Bolzanello Pietro 127400
39° – Laganga Salvatore 122100
40° – Bianco Vincenzo 120700
41° – Acampora Lorenzo 120000
42° – Pezzotti Aldo Enrico 120000
43° – Gatto Vittorio 119400
44° – Omerbašić Esad 119100
45° – Beschi Franco 117500
46° – Reggi Aurelio 116200
47° – Tarantini Mauro 116200
48° – Grumelli Massimo 115400
49° – Meneghelli Nicola Andrea 111100
50° – De Feo Giovanni 110100
51° – Poldaretti Luca 108100
52° – Assueri Ireneo 105600
53° – Profeta Giuseppe 105200
54° – Castellani Mauro 104700
55° – Minasi Alessandro 104500
56° – Migliorini Maurizio 103300
57° – Sgroi Fabio 102000
58° – Sekol Mladen 101300
59° – Gambino Francesco 99500
60° – Mancini Antonio 98300
61° – Cagnoni Fabio 97700
62° – Lovin Sorin Adrian 97600
63° – Cannava Claudio 97500
64° – Mameli Pietro Paolo 97000
65° – Settipani Giuseppe 96300
66° – Gatta Attilio 95900
67° – Mancin Mauro 94000
68° – Starace Massimiliano 89000
69° – Pratico’ Antonino 87500
70° – Magi Christian 87200
71° – Tedeschi Giuseppe 87100
72° – Guzzetta Castrenze 86800
73° – Peccianti Francesco 85100
74° – Dario Lino 84400
75° – D Angelo Marco 83300
76° – Bohinjec Matej 83000
77° – Capogrosso Lorenzo 82300
78° – Roberti Roberto 82000
79° – Soricaro Salvatore 79500
80° – Gherardi Alessandro 76800
81° – Milan Mose’ 76500
82° – Mijolović Dalibor 75800
83° – Gabaldi Dario 75600
84° – Prevedello Delli Santi Luciano 73100
85° – Biagiotti Alberto 72700
86° – Bellino Massimiliano 72100
87° – Frelih Miha 71800
88° – Brunotti Renato 71800
89° – Costa Mauro 70400
90° – Faenza Claudio 69400
91° – Naclerio Nicola 68000
92° – Conci Ivo 67400
93° – Gaffo Andrea 67000
94° – Barbetti Alessio 66500
95° – Masenadore Andrea 64900
96° – Kolega Marko 64500
97° – Zamperetti Vittorio 64400
98° – Malagnino Fabrizio 63300
99° – Merlin Federico 63100
100° – D’Andrea Lucio 63100
101° – Feletti Enrico 62300
102° – Merlin Antonio 61500
103° – Maffini Carlotta 60000
104° – Mossini Matteo 58300
105° – Klančar Primož 57900
106° – King Andrew Patrick 57300
107° – Šibanc Primož 56800
108° – Marcuccio Carmen 56800
109° – Gomboši Roman 56400
110° – Zanasi Massimiliano 56100
111° – Bonesso Lorenzo 52700
112° – Cerutti Aldo 52300
113° – Brun Marco 51800
114° – Federico Andrea 51600
115° – Morghen Michele 50900
116° – Adami Roberto 50800
117° – Zanardo Ilenia 50000
118° – Marčetić Nikola 49000
119° – Gabrovšek Matic 48500
120° – Sassi Buttasi Giovanni 47900
121° – Gaudioso Michele 47700
122° – Giudice Luigi 46900
123° – Fasan Tiziano 46100
124° – Zarić Dragan 45000
125° – Arrigoni Carlo 44900
126° – Reggiani Massimiliano 43700
127° – Bernardoni Alessandro 42300
128° – Sciascia Domenico 41000
129° – Leggio Carlo 40500
130° – Bonetto Gianni 40200
131° – Aleo Giovanni 40000
132° – Andreozzi Mario 39700
133° – Di Leonardo Giampiero 36400
134° – Landi Eugenio 35500
135° – Rovtar Aljoša 34900
136° – Longone Stefano 34400
137° – Pizziconi Michele 34400
138° – Gualdi Elios 33900
139° – Fantinato Alessandro 32200
140° – Gioia Mirko 32200
141° – Fretto Alfonso 31800
142° – Iocco Andrea 31300
143° – Maione Domenico 26100
144° – Pigliapoco Maurizio 25500
145° – Masci Armando 25300
146° – Nascetti Carla 25200
147° – Candioli Andrea 24900
148° – Bressan Mauro 23000
149° – Scattarelli Pierluigi 21500
150° – Poggi Massimo 21000


Lascia un commento

Related Posts