ISOP CHAMPIONSHIP 2017-2018 Ev. 2 – Lekse spicca tra i 140 qualificati, Scuffi fa suo il main Omaha

/ 363

NOVA GORICA (PKF News) – 334 i giocatori che hanno iscritto il loro nome a questo secondo main event di stagione. Al termine del day 1C sono 140 i players qualificati che si ripresenteranno alle 14:00 per disputare il day 2. A guardare tutti dall’alto Ales Lekse con 291.500 gettoni seguito da Alessio Patrizi a 283.100. La giornata di gioco ha visto inoltre Matthew Scuffi trionfare nel main event Omaha grazie ad una performance a dir poco perfetta.

 

MAIN EVENT DAY 1B

Il Day 1B del Main Event comincia puntuale alle 14.00, e in breve tempo, poco più di un livello, il numero di entries supera già i 100 ingressi. Alla chiusura della late registration, al termine del sesto livello, il numero totale si assesta a 160 buy in staccati alle casse del Casino Perla.
Tra i notables iscritti in questa giornata di giochi possiamo citare Nicola Benedetto, David Bravin, Giorgio Silvestrin, Jacopo Comisso, Monica Poggi, Alessandro Minasi, Carlotta Maffini, e Davor Bojovic, anche se la lista è ancora lunga.
Questi appena citati infatti non riescono purtroppo a chiudere le buste di fine giornata. Tra i 65 left nominiamo subito il chipleader Alessio Patrizi con 283.100 chips su average di 100.000, tallonato da una Maria Elena Giunchi decisamente in forma. Altri giocatori conosciuti che passano al Day 2: Andrea Sorrentino, Mitja Rudolf, Francesco Zollo, Diego Iotti e Salvatore Erittu.
Chipcount complessivo in fondo all’articolo.

MAIN EVENT DAY 1C

Numeri davvero significativi quelli che hanno contraddistinto questo day 1C.
Ai 224 giocatori già presenti nei precedenti day 1 si aggiungono altri 110 player pronti a darsi battaglia per raggiungere le fasi finali del main event.
Prime fasi di studio che vedono il field ben saldo e pochi player out. Situazione che muta nei livelli centrali di gioco. Al giro di boa infatti è Haris Omanovic a scavare un solco con i suoi avversari: i 188.000 gettoni nelle sue mani infatti gli valgono una sicura chipleading che durerà per diversi livelli.
Saldi sulla propria sedia troviamo nomi del calibro di Marcello Minucchi, David Bravin, Carlotta Maffini e Dragan Zaric mentre Filippo Candio è costretto a sperare in un raddoppio che arriva puntuale al termine del 9° livello.
Al termine dei 10 livelli di gioco è Ales Lekse a chiudere in testa ai 49 qualificati con 291.500 chips.
Appuntamento per le 14:00 con il day 2 che vedrà schierati i 140 giocatori che hanno potuto imbustare i propri gettoni dei tre day 1 disputati.
Chipcount complessivo in fondo all’articolo.

MAIN EVENT OMAHA

11 giocatori dei 41 iscritti al Day 1 si ritrovano nella poker room del Perla Casino per il Final Day del Main Event Omaha da €300. Matthew Scuffi parte già con un ottimo vantaggio rispetto gli avversari, con uno stack di 362.000 chips, più del doppio dei 173.000 di Marcello Miniucchi, secondo in classifica.
Matthew si tiene stretto questo vantaggio fino alla fine, sopravvivendo alle eliminazioni dei vari Cataldo Valletta, Carlo Umberto Ghislandi, Stefano Moi, Zoran Rajovic, Cataldo Valletta e il già citato Miniucchi (bolla).
Dei sei giocatori ITM è Nicola Andreatta il primo ad uscire, seguito rapidamente da Luca Poldaretti. In quarta posizione si arresta la corsa di Paolo Guastamacchia, mentre sul gradino più basso del podio abbandona Matteo Gerolamo Crapanzano.
Il trofeo se lo contendono al testa a testa finale Vincenzo Dimartino e Matthew Scuffi, che alla fine riesce a ottenere la vittoria e assieme ad essa ottimi punti per la classifica Omaha POY.

Classifica Finale:
1° – Matthew Scuffi
2° – Vincenzo Dimartino
3° – Matteo Gerolamo Crapanzano
4° – Paolo Guastamacchia
5° – Luca Poldaretti
6° – Nicola Andreatta

OMAHA LIGHT 

L’evento Omaha Light attira 27 amanti delle quattro carte ai tavoli. Non passa molto tempo prima della formazione del Final Table e poi dello scoppio della bolla, il cui sfortunato protagonista è Carlo Braccini che ferma la sua corsa in quinta posizione ad un soffio dai premi.
Ad aggiudicarsi il primo posto è Vincenzo Falginella, che vince l’ultimo showdown dell’heads-up conclusivo contro il runnerup Antonino Vaccaro.

Classifica finale:
1 – Vincenzo Falginella
2 – Antonino Vaccaro
3 – Antonino Ullo
4 – Andrea Spada

SUPER KO 8-MAX
Dei 72 iscritti al Super KO 8-Max è Logar Domen ad avere la meglio, dopo aver sconfitto in Heads-Up Gianmichele Battistini.
Dei notables che hanno preso posizione ai tavoli possiamo citare Luca Poldaretti, Jurij Naponiello, Paolo Guastamacchia, Fabio Zanetti, Alessio Pillon, Dario De Toffoli e Claudio Di Giacomo.

Classifica Finale
1 – Domen Logar
2 – Gianmichele Battistini
3 – Francesco Maioli
4 – Claudio Rossi
5 – Matthew Scuffi
6 – Maicol Jacoub Elzomot
7 – Michele Sigoli
8 – Davide Scacchetti

Chipcount completo alla partenza del day 2:
1° – Lekše Aleš 291.500
2° – Patrizi Alessio 283.100
3° – Lagana Lorenzo 283.000
4° – Rotundo Christian 239.000
5° – Mancin Mauro 236.000
6° – Giunchi Maria Elena 223.800
7° – Forjanič Žiga 222.200
8° – Ravaioli Romano 191.100
9° – Erittu Salvatore 184.700
10° – Gaulhofer Heimo 182.700
11° – Costa Mauro 176.500
12° – Rikić Velimir 175.900
13° – Acampora Lorenzo 166.500
14° – Iuliano Simone 165.200
15° – Minganti Massimo 163.900
16° – Brunotti Renato 160.100
17° – Ragusa Giovanni 158.900
18° – Zaplotnik Andraž 157.600
19° – Gravino Krishna 153.800
20° – D’ Angelo Mirko 144.200
21° – Sorrentino Andrea 142.900
22° – Merra Michele 142.600
23° – Gualtieri Luca 140.800
24° – Tellini Ivano 140.300
25° – Gulbenkian Edouard 138.300
26° – Cossetto Claudio 138.100
27° – Palao Modena Italo Martin 135.300
28° – Zennaro Giuseppe 134.800
29° – Lovin Sorin Adrian 134.500
30° – Tucci Francesco 133.300
31° – Pavan Angelo Manlio 133.200
32° – Bandieri Marco 131.900
33° – Poldaretti Luca 131.100
34° – Tranchina Matteo 127.000
35° – Ferrauto Umberto 125.900
36° – Vicenzi Eugenio 125.900
37° – Zito Emanuele 124.600
38° – Incani Luciano 122.000
39° – Fumanti Francesco 121.700
40° – Petešić-Frka Luka 120.400
41° – Sebastianutti Eddy 119.800
42° – Marinello Enrico 117.000
43° – Božilović Davor 113.000
44° – Mosca Enrico 111.000
45° – Benedetto Nicola 109.100
46° – Hoflehner Helmut 107.200
47° – Pollino Aurelio 106.800
48° – Klasović Andreja 106.300
49° – Di Persio Alessandro 105.700
50° – Di Romualdo Tiziano 100.000
51° – Ferrini Mirco 99.000
52° – Villani Davide 98.900
53° – Casilio Antonello 97.700
54° – Rosulnik Roman 97.500
55° – Piazza Wanny 96.700
56° – Grasso Emanuela 95.600
57° – Trincanato Giuseppe 94.500
58° – Rattini Enrico 92.600
59° – Kolarec Robert 91.600
60° – Cerchiara Mario 91.000
61° – Schiatti Ivan 90.600
62° – Pedrotti Paolo 89.500
63° – Muntean Mirela 87.500
64° – Caroli Michele 86.600
65° – Giorgi Andrea 85.600
66° – Bettamin Claudio 85.200
67° – Cannava Claudio 85.000
68° – Gaffo Andrea 81.300
69° – Masci Armando 81.200
70° – Sigoli Michele 80.900
71° – D’Alonzo Simone 80.600
72° – Choi Kyung Ok 79.800
73° – Di Persio Giovanni 79.400
74° – Musu Roberto 79.300
75° – Merlin Federico 79.000
76° – Nocerino Alessandro 78.900
77° – Muratori Simone 78.000
78° – Di Vece Carmine 77.800
79° – Bonetto Gianni 77.300
80° – Papaleo Francesco 77.100
81° – Mansutti Jonni 77.000
82° – Zollo Francesco 75.400
83° – Smrdelj Gašper 75.300
84° – Foschini Carlo 75.100
85° – Naskovski Jovica 75.000
86° – Topić Marko 73.900
87° – Grisa Luigi Mario 73.900
88° – Murer Samuel 73.000
89° – Piccoli Michael 71.600
90° – Cafarella Claudio 71.100
91° – Castellani Mauro 70.400
92° – Alvisi Nevis 69.400
93° – Scalzi Antonio 69.300
94° – Omanovič Haris 68.200
95° – Degli Esposti Alessandro 67.200
96° – Vaccaro Antonino 65.200
97° – Baldissera Michele 63.700
98° – Di Biase Giuseppe 63.400
99° – Rauš Nenad 61.900
100° – Dalla Costa Luigi 60.300
101° – Maffini Carlotta 60.000
102° – Lin Antonio 57.800
103° – Scattolin Loris 56.200
104° – Rudolf Mitja 56.000
105° – Gostič Marjan 55.800
106° – Sekol Mladen 55.400
107° – Bonesso Lorenzo 54.400
108° – Piazza Andrea 52.600
109° – Iocco Andrea 52.400
110° – Guerriero Federico 50.000
111° – Gallopin Alessandro 49.900
112° – Naponiello Morgan 48.700
113° – Miniucchi Marcello 48.300
114° – Vesco Daniele 47.300
115° – Surini Alessandro 45.000
116° – Napoli Francesco 42.900
117° – Grossi Giacomo 40.700
118° – Iotti Diego 40.700
119° – De Mauri Massimo 39.500
120° – Michel Marc Steven 39.400
121° – Bolzanello Pietro 39.300
122° – Fasan Tiziano 39.200
123° – Shajnoski Mujadin 38.000
124° – D’Orsi Francesco 37.700
125° – Di Persio Matteo 37.200
126° – Bressan Mauro 36.700
127° – Scacchetti Davide 35.200
128° – Brunello Alessandro 35.100
129° – Naponiello Jurij Mirko 33.500
130° – Cozzoli Riccardo 32.800
131° – Candio Filippo 31.000
132° – Bagić Dubravko 30.200
133° – Mancini Pasquale 29.800
134° – Mengozzi Alberto 28.700
135° – Nascetti Carla 27.900
136° – Monaco Guglielmo 27.700
137° – Milanović Marko 26.800
138° – De Checchi Pier Paolo 25.200
139° – Ciccarelli Davide 22.800
140° – Bahtagić Ervin 21.500


Lascia un commento

Related Posts