ISOP2015 DEX3 Banner1000x90

A+ A A-

AAMS: Niente licenze per le sale da poker... Nè una nè mille!!!

heads-up-poker-championship

MILANO (PKF News) - Con un intervista al quotidiano Avvenire, Luigi Magistro numero 1 di AAMS toglie ogni dubbio sulle licenze live...  Leggi tutto

 (Pokerfactor NEWS) Milano - Nella rassegna stampa dei quotidiani nazionali, questa mattina un'interessante notizia riguardo alle sale da poker live.

 E' Luigi Magistro numero 1 dell'AAMS a togliere ogni dubbio a tutto il vociare sull'arrivo delle licenze per il poker live sul territorio Italiano con un'intervista apparsa oggi sul quotidiano nazionale Avvenire... si legge nell'intervista: ..."Le mille nuove sale per il poker? «Non ci saranno. Nè una nè mille. La legge le prevede fin dal 2009, ma mancano i regolamenti attuativi e poi ci sono una serie di problemi da risolvere. Non credo che ciò avverrà nel giro di pochi mesi e men che meno in tempo per il decreto Milleproroghe». Il pericolo, per ora, è scampato. Lo assicura Luigi Magistro, direttore generale dei Monopoli di Stato, che ad Avvenire dice di voler mettere un freno al dilagare dell’azzardo patologico, causato anche dall’esistenza «di un segmento di illegalità ancora troppo esteso»".

Con queste sette righe si chiariscono tutte le parole spese da tanti operatori in questi giorni in merito alle licenze per il poker live... 

La Legge comunitaria 2009 prevedeva la regolamentazione del gioco live... ma il decreto attuativo di quella legge non è mai stato emanato proprio per le problematiche insite nella regolamentazione di un settore cosi delicato... l'Italia infatti si trova da un lato con uno storico di bische illecite e dall'altro con una nuova generazione di circoli sportivi...

Tutto questo rende la questione un vero rompicato anche a livello normativo.
L'editore di questo portale e Leader del Movimento Pokeristi Sportivi Uniti, dopo le le petizioni inviate alle competenti autorità e la raccolta di circa 2.000 firme in cui si proponeva un'autoregolamentazione, dal 2010 nel rispetto delle normative vigenti e ha dato indicazione perchè si mantenesse un silenzio stampa sulla questione in attesa sia di posizioni ufficiali da parte degli organi competenti che verso gli utenti finali: In questi due anni ci sono state testate e personaggi che per aumentare le visite ai rispettivi portali e tenere viva la presenza mediatica, periodicamente uscivano con lanci riguardanti il gioco live. Proprio Marelli 2 anni fa dopo l'ennesima telefonata da una testata nazionale per un'intervista sul nulla, chiese al giornalista di smettere di contattarlo per rilasciare dichiarazioni sul nulla invitandolo a farlo non appena ci fosse stato qualcosa da dire.

Oggi qualcosa da dire c'è! ...oggi la voce più autorevole del AAMS in materia di gioco Luigi Magistro, nato a Napoli, classe 1959, oltre 30 anni di carriera nella Pubblica Amministrazione di cui i primi 20 come Ufficiale della Guardia di Finanza, dissipa ogni dubbio e dice NO: nè una nè mille!

Oggi la situazione sul territorio Nazionale è gestita dalle Questure di riferimento di ogni città che nella maggioranza dei casi decidono in base all'impatto sul territorio. 

La mancanza del decreto attuativo della Legge comunitaria del 2009 ha però generato un po' di confusione anche in chi dovrebbe applicare la legge... infatti un altro caso recente ha visto protagonista la questura di un'altra città, che ha mandato comunicazione ufficiale diffidando dall'organizzare eventi di poker live facendo riferimento alla legge del 2009 ma senza considerare che proprio della stessa legge manca il Decreto attuativo...

Rimane quindi la situazione attuale in cui è a discrezione della questura di riferimento, in base alla gestione dell'ordine pubblico, decidere se tollerare o non tollerare... Nota bene: A discrezione della "Questura di riferimento" significa che anche in presenza di assenza di criticità di ordine pubblico può decidere di non tollerare.

Il problema è molto intricato sia per chi deve normare che per chi deve far rispettare la legge: da una parte problemi di ordine pubblico come l'aumento dell'eventualità di rapine in caso di montepremi ingenti, dall'altro di ordine fiscale, e cioè come inquadrare la tassazione di tutta la fattispecie e,  infine, in caso di STOP totale, di ordine sociale sul come gestire il contraccolpo di impopolarità che coinvolgerebbe centinaia di migliaia di giocatori, anche occasionali, nelle più disparate parti dello stivale che magari si ritrovano nel circolo sportivo per giocare a poker in modalità  torneo con un'iscrizione da 30 euro il venerdi sera ma che non hanno voglia di accollarsi spese per trasferte da 600-1000 euro per andare a giocare in uno dei casinò situati nel nord Italia.

La situazione è alquanto complessa e al Dott. Luigi Magistro va dato atto di essere il primo funzionario dello Stato ad avere una posizione definita, chiara e condivisibile per le motivazioni.
Ci sono ancora dei problemi da risolvere ed il live per ora rimane senza concessioni: Nè una Nè mille. 

 

Event #2: Heads Up No-Limit Hold'em Championship (256 Max)

Archivio PKF

Prev Next Page:

Meteo

Light Rain

3°C

Nova Gorica

Light Rain

Humidity: 93%

  • 23 Oct 2014

    Showers 4°C -2°C

  • 24 Oct 2014

    Sunny 4°C -2°C

Pokerfactor Newsletter

Iscriviti alla newsletter di The Pokerfactor News e sarai informato su tutti gli eventi iseguiti dal portale
"The Poker Factor News"

Login or Register

LOG IN

Register

User Registration
or Annulla